facebook
instagram

Renée Abou Jaoudé

 

P.IVA 12304521003

Tel. +39 3332517843

renee.aboujaoude@gmail.com
 

 

3d4b56c2-1220-44bd-92f4-20c3a48d83cc 5.jpeg
logonuovo

Pasta Frolla Milano

‚Äč

Pasta frolla

FROLLA MILANO

 

Ingredienti

250 g farina 150 W o con contenuto proteico del 9.5-10.5%

125 g zucchero a velo

125 g burro bavarese freddo, tagliato a cubetti piccoli e tutti uguali (1cmx1cmx1cm)

2 g sale fino

2 g di semi di vaniglia Boubon

45 g uova fresche

 

Strumenti e attrezzatura

Planetaria con foglia o K o scudo

Pellicola per alimenti

Stampi per crostate

Tagliapasta

Buca sfoglia

Stendi pasta

Righelli di uguale spessore o bacchette di legno x2

Carta forno

Poca farina da spolvero

Setaccio a maglia sottile

 

Procedimento

Inserire nella boule della planetaria la farina setacciata, il burro freddo tagliato a cubetti tutti uguali, la vaniglia e il sale, e avviare la macchina munita di foglia a bassa velocità. Lavorare fino ad ottenere un composto simile alla sabbia bagnata (metodo sabbiato), dove il burro non è più distinguibile.

Fermare la macchina, aggiungere all'interno del contenitore della planetaria lo zucchero a velo setacciato. Avviare la macchina a bassa velocità per qualche secondo per disperdere la polvere ed ottenere nuovamente un composto uniforme. A questo punto, fermare nuovamente la macchina ed inserire le uova tutte inseieme.

Lavorare, sempre a bassa velocità e fermarsi non appena sul fondo della ciotola non saranno più visibili briciole di impasto.

 

Stendere l'impasto tra due fogli di carta forno allo spessore di 3.5 mm per crostate e 5 mm per biscotti e lasciar riposare in frigo per almeno due ore.

Formare l'impasto, disporlo su teglia e mettere a riposare in abbattitore negativo per 5 minuti (o in freezer per 30 minuti).

Preriscaldare il forno a 190 °C.

Cuocere in forno ventilato a 160-170 °C, con valvola aperta.

 

I tempi di cottura variano a seconda del prodotto e del forno utilizzato.
 

PS: per ottenere uno spessore uniforme, posizionare i due righelli o le due bacchette ai due lati dell'impasto, avendo cura di passare lo stendipasta sopra ai righelli e all'impasto, e di stendere quest'ultimo fino a raggiungere lo spessore creato dalle due guide laterali.

 

 

Per conoscere tutte le corrette fasi di lavorazione di una crostata, clicca qui sotto.

 

 

 

 

 

Per scoprire le problematiche più comuni nella realizzazione di una crostata e la loro soluzione, clicca qui sotto.